I sintomi dello stress



Lo stress è uno dei mali più diffusi del nuovo millennio. I ritmi di vita stressanti, le preoccupazioni e le ansie soffocano le persone giorno dopo giorno.


Non si tratta soltanto di uno stato mentale, ma ha anche pesanti ripercussioni fisiche su tutto il nostro organismo.


I sintomi sono così tanti che non è facile distinguere se siano dovuti allo stress o ad altre patologie, perché è necessario comprendere e analizzare il nostro quotidiano.


Quindi, a titolo di mera conoscenza, utile per approcciarsi alla diagnosi, ecco i principali sintomi dello stress:


Stanchezza: quella poca lucidità e i mal di testa da stanchezza sono spesso causati dallo stress, che può portare ad uno stato di depressione nei casi più gravi;


Sonno interrotto: le alterazioni del ciclo sonno/veglia sono un classico e lo è altrettanto non riuscire ad addormentarsi nemmeno quando si è stanchi;


Mialgia: dolore muscolare diffuso, che non colpisce un punto specifico identificato;


Cattiva digestione: con possibile reflusso gastroesofageo e gonfiore addominale;


Estremità fredde: lo stress influisce anche sulla microcircolazione;


Aumento del peso e della circonferenza addominale per deposito di grasso viscerale


Calo dell’appetito: contrariamente a quanto visto al punto precedente, in alcuni soggetti potrebbe avvenire esattamente l'opposto


Ipertensione e tachicardia anche a riposo, senza motivo apparente


Dermatiti diffuse, soprattutto alle mani e ai gomiti


Attacchi di panico, ansia, senso di soffocamento e di oppressione


È necessario cercare di ridurre lo stress così da poterlo escludere nel caso si presentassero uno o più di questi sintomi, ma per alleviare questi sintomi è necessario modificare il nostro stile di vita. Dobbiamo alleggerire il carico di lavoro, fare esercizio fisico e seguire una alimentazione sana.


L’approccio deve essere integrato, non si può guardare soltanto ad un problema, ma a tutto l’insieme. Fisico e psicologico. Uno degli errori che si fa oggi in campo medico è di guardare al singolo sintomo, senza avere una visione d’insieme. Hai mal di testa? Prendi un analgesico, ti fa male la schiena? Prendi un antinfiammatorio, hai il colesterolo alto? Giù con le statine.


Invece, con molta probabilità, quei singoli sintomi fanno parte di un disagio generale più complesso. Sono soltanto i segnali che il nostro corpo ci da per farci capire che dobbiamo cambiare abitudini, che dobbiamo rivedere lo schema generale della nostra vita.


E tutto parte da dentro di noi, dal capire che cosa vogliamo realmente. Ecco, in questo caso un bravo psicologo, che opera nell’ambito della Psicologia positiva può aiutare veramente a vivere a pieno la propria vita e a fare i passi necessari per cambiare le proprie abitudini.